aaaaaaaaaaaaiii




Genesis - Live April 14, 1973
Case Western Reserve University

Translation By Elio Ministeri

 

 

In una piccola palestra con 350 persone nel centro di Cleveland (Ohio, USA), nel campus della Case Western Reserve University (CWRU), quasi 50 anni fa, esattamente sabato 14 aprile 1973, era previsto un concerto intitolato "It's a Beautiful Day,Genesis, and Sylvester & The Hot Band". La band britannica Genesis, allora relativamente sconosciuta negli Stati Uniti, salì sul palco per eseguire materiale dal loro ultimo LP "Foxtrot", ed alcuni altri brani tratti dai loro precedenti due LP. Il loro LP più acclamato dalla critica "Selling England by the Pound" , e l'LP più ambizioso "The Lamb Lies Down On Broadway" ... erano entrambi ancora all'orizzonte. Ed è a questo punto che riprendiamo la storia.

 

Ken all'epoca lavorava in una stazione radio locale a circa 30 minuti a sud di Cleveland. Stava anche cercando di far decollare la sua band di musica "progressive" e voleva intervistare i Genesis. Li ha intervistati utilizzando un block-notes, dei fogli di carta o un registratore? No. Era interessato alla loro fama, ai costumi fantasiosi di Peter Gabriel o ai significati lirici dei testi? E' possibile.

 

Innanzitutto voleva sapere tutto sulla loro attrezzatura da palco, sugli strumenti utilizzati e del processo di scrittura della musica , in modo da poter utilizzare quei suggerimenti per la sua propria band.

 

Akron Beacon Journal

April 13, 1973

 

Una fortuna sfacciata

Ken: "è quello che potresti chiamare in un certo senso "fortuna sfacciata". Potevamo, io e la mia band, entrare nei backstage dei concerti perché avevo un pass come addetto stampa, ed era tutto legittimo. Ero lì principalmente per aiutarli a promuoverli, ma anche per imparare. Sono un compositore, "Come fai a fare così? Qual è il processo di creazione? Da dove prendi l'ispirazione? Tipo, cosa viene prima? Chi scrive cosa? ". Ora dopo molti anni, quando ho letto la loro autobiografia, penso " Sì, è vero " [ride]

"Ogni volta che i Genesis tornavano a Cleveland li andavamo a vedere, li conoscevamo sempre di più, prendevamo idee da loro, vedevamo che tipo di attrezzatura usavano. Chiedevo " Come hai tirato fuori quel suono dal polymoog ? Che sensazione provi quando fai questo? " e cose del genere. Peter era sempre molto socievole ... tanto socievole quanto Tony [ride]. Bravissimo ragazzo Tony. Ha scritto molte cose belle. Noi [la mia band] abbiamo fatto alcune registrazioni e gli abbiamo dato loro una musicassetta con 4 o 5 nostri brani registrati. Quando sono ritornati stavano suonando al Richfield Coliseum, era il 1977, e a fine concerto siamo andati al ricevimento nel backstage e ho chiesto a Tony: " Hai mai ascoltato quel nastro? Cosa ne hai pensato? "e Tony rispose " Penso che suonavi più come gli YES che come noi [Genesis] " e io ho detto "Veramente?! Grazie! " ma ho intuito che quel materiale non gli piaceva [ride]. Ma in realtà non stiamo cercando di suonare come nessuno, scriviamo solo quello che ci piace ... tutto sommato l'ho preso come una specie di complimento".

Swingos era un hotel di Cleveland, hotel dove avrebbero soggiornato tutte le band più famose dell'epoca. Da Elvis Presley ai Led Zeppelin. Ora è un Comfort Inn, ma negli anni '70 è qui che i Genesis soggiornarono e dove Ken li avrebbe incontrati. "[Tony] odiava l'albergo così come Phil che nel suo libro lo definiva squallido. Ma questo era il posto dove andavano a soggiornare tutte le band". Disse Ken.

 

 

Peter and Ken at his studio

 

Ispirazione

Ken: "Di solito incontravamo queste persone [le band] prima che diventassero famose, e dopo era più facile la comunicazione. Rick Wright mi disse che nei primi tempi [dei Pink Floyd] c'erano più persone nella band che tra il pubblico, quindi ti apprezzano anche perché abbiamo fatto molto per promuovere quante più band potevamo. Non avevo davvero bisogno di essere sul palco o altro, ero più interessato a comporre. Ma poi sono andato a vedere gli ELP (Emerson Lake & Palmer). Sono entrato come una sola persona, ed ne sono uscito come una persona differente. Ho pensato: " Se quei ragazzi possono farlo , devo essere in grado anch'io di fare qualcosa . "E solo più tardi ho letto che Tony ha avuto un'esperienza simile dopo aver visto The Nice con Keith Emerson a Londra alla fine degli anni '60. Quando qualcuno è così bravo, ti ispira".

Genesis Live

Ken: "Quando eri lì, non eri da nessun'altra parte. Eri come in un altro mondo. Non era una debolezza ... Li ho apprezzati sempre di più nel corso degli anni, perché anch'io potevo sapere e vedere cosa c'era realmente dietro le quinte "

L'amico d'infanzia e compagno di band di Ken ha scattato la maggior parte delle fotografie. Ken ha fatto delle foto all'inizio, ma in seguito si è reso conto che le fotografie del suo amico erano molto migliori delle sue. Sfortunatamente, molte delle foto sono andate perse o danneggiate nel corso degli anni. "The Genesis Museum" ne ha scansionati e restaurati il maggior numero possibile.

""Andavamo a Pittsburg, Detroit o Columbus per vedere concerti, e quando sono arrivati qui a Cleveland il mio amico sapeva già tutto su cosa avrebbero fatto, conosceva la scaletta dei brani , quindi avrebbe pianificato bene le riprese e gli scatti fotografici. Ha scattato delle foto incredibili, davvero incredibili. Ma non ne ha mai usato nessuna, sono sempre rimaste nei cassetti ".

Aprile 1973 - Il Foxtrot Tour

Ken: "Aspettavo da oltre un anno ... un anno e mezzo, e lavorando in una stazione radio nello stato sapevo quello che sarebbe successo e che avrebbero inviato alla stazione radio il loro album non ancora pubblicati oppure i dischi promozionali .... Ricordo di aver ascoltato il loro disco e ho pensato: " Oh, questi ragazzi diventeranno famosi! " Erano unici, avevano un suono diverso. Quindi li ho tenuti sott'occhio. Li ho spinti il più possibile alla radio, li mandavo spesso in onda ma nessuno sapeva (almeno negli Stati Uniti) chi fossero."

TGM: Parlando con Ken si nota benissimo che egli ha sicuramente una "voce radiofonica".

Ken: "Ero in onda. Facevo soprattutto i notiziari locali, ma ho anche tenuto un talk show. E poi di tanto in tanto mi sono dedicato ad un programma chiamato "Fresh Air". Avevamo un'intera libreria di dischi a disposizione nella stazione radio, e qualsiasi cosa ci mandavano alla stazione radio come promo, la prendevo, la guardavo e la mandavo in onda".

 

Phil Collins & Ken at Soundcheck - Cleveland 1973

 

"Potevamo entrare [io e la mia band] perché avevo il pass come stazione radio. Quindi quello che farei è entrare e fare un'intervista per la stazione radio ... ma siamo anche musicisti, sono un tastierista. Mi è piaciuto molto il modo in cui Tony ha suonato. ha un pò suonato [in qualche modo] come faccio io, e lo ho apprezzato molto. Arriviamo il pomeriggio presto, intorno alle 13:00, e loro [Genesis] stavavo preparandosi per il soundcheck. Non avevano con loro dollari USA e così abbiamo detto: "Usciamo a prendervi il pranzo". Siamo andati da McDonalds e abbiamo preso un sacco di roba, gliela abbiamo portata, cosa che hanno apprezzato molto. Ho scattato un paio di foto. Phil e io . "

 

 

Le riprese dello spettacolo

Ken: "Avevo questa fotocamera, l'avevo portata perché stavo facendo in quel periodo un corso di cinematografia. Così è successo che ho noleggiato questa fotocamera ... e ho pensato:" Oh si, devo portare proprio questa ! "Così l'ho portata ... letteralmente lì non c'erano sedie o altro, eravamo seduti per terra, in prima fila ... a circa 1 metro e mezzo di distanza dal palco. Così ho scattato alcune foto prese da lì sotto".

"è stata una giornata molto interessante perché erano molto gioviali, sai, dei bravi ragazzi. Eravamo seduti davanti, e poi si sono accese le luci blu. E lui esce ... "Watcher of the Skies" . E penso " Woah !" E adoro anche il suono del Mellotron ... e poi alla fine finisco per comprarmene uno. Non l'ho comprato da Robert Fripp come ha fatto Tony , l' ho comprato da Eric Carmen [ride]

"A fine concerto tutti se ne vanno ... certo, tutti tranne noi. E questo sarebbe uno schema che avremmo seguito per anni e anni e anni a venire, anche quando suonavano negli stadi. Le uniche due persone che sarebbero rimaste erano io e il mio amico d'infanzia. Dopo abbiamo fatto un'intervista, principalmente con Peter, e poi con Phil che si è unito a noi sedendosi affianco. Abbiamo avuto una bella conversazione sulle cose in genere e abbiamo scattato alcune foto. è stata una giornata abbastanza piacevole [ride]. "

TGM: "Quindi quando hai fatto l'intervista, era per la stampa o l'hai registrata per la stazione?"

Ken: "No, non avevo nessuna attrezzatura per la registrazione con me. Innanzitutto, abbiamo sempre voluto sapere " Chi sono veramente questi ragazzi? " Sembravano misteriosi e diversi dalle altre band di rock'n'roll. E poi seguendo le vicissitudini dalle riviste di settore in quel momento penseresti " Di cosa si tratta veramente? "

"Erano nuovi di zecca qui [negli Stati Uniti] e stavano cercando di costruirsi un seguito. All'epoca era proprio così, Cleveland essendo Cleveland, era un posto in cui molte band hanno fatto esordio e così potevano tornano spesso, e qui, a Cleveland, erano già nati gruppi di fan. Ma è stato difficile per loro perché non avevano una canzone di successo ".


Aprile 1974 - Il Selling England by the Pound Tour

"E poi quando sono tornati, avevano appena registrato Selling England By The Pound . Quindi, di nuovo, siamo arrivati nel primissimo pomeriggio. Avevamo modo di entrare, eravamo con il pass della radio. Si ricordavano di noi. Eravamo lì per il setup, il soundcheck , poi dopo saremmo ritornati in albergo. Si lamentavano perché non riuscivano a trovare una certa marca di tè. Così ho chiesto loro " Che tipo di tè? " Era qualcosa come Constant Comment. Ho detto" Non preoccupatevi ragazzi, so dove andarlo a prendere. "Così abbiamo portato loro una grande scatola di tè Constant Comment, ed erano molto felici".

 

"In qualche modo sono finito nella camera d'hotel di Peter, e lui si stava truccando. Abbiamo camminato dallo Swingos al teatro Allen, non era lontano ma c'era una grande folla già di fronte al teatro. Peter dice" Oh no, non posso entrare da lì! ", Così ho detto" Conosco una strada secondaria, non preoccuparti .... è certo che verremo uccisi " [ride] perché è un vicolo a Cleveland. Quando Peter ha smesso di preoccuparsi ho detto: " Beh stai tranquillo, è abbastanza sicuro ... cammineremo veloci " Così ci siamo incamminati, ed ero in prima linea anche per quello spettacolo. Ho scattato alcune foto.

 

 

"E poi, dopo il concerto, ci vediamo di nuovo in hotel. Hanno organizzato una grande festa per la band in una sala riunioni dell'hotel, lo Swingos. Prendiamo l'ascensore, c'è una signora dentro l'ascensore, è incinta di circa 6 mesi, risulta essere la moglie di Peter [Jill]. Ha detto " Lui odia queste cose " [le feste] " Puoi portarlo da qualche parte? " All'epoca avevamo il nostro studio di registrazione non lontano da lì, quindi ho detto" Sì, possiamo! " Così lo abbiamo spinto fin dentro il nostro studio di registrazione, e quello che abbiamo fatto, era stata un'idea del mio amico, è prendere diverse parti di brani di tutti i loro LP [Genesis] ed intrecciarli in una canzone. Peter è venuto con noi, e abbiamo suonato per lui [ride] e alla fine ci ha fatto una standing ovation."

"Peter stava guardando il mio pianoforte e mi chiede "Posso suonarlo? " Così ho detto "Ma certo! " Quindi Peter ha suonato il piano per circa 15-20 minuti, e io lo stavo registrando con il mixer dello studio. Ho riascoltato la registrazione dopo decenni pensando," Mi chiedo se c'era qualcosa, qualcosa che è diventata più tardi una canzone ", ma ahimè no. Stava solo scarabocchiando, cazzeggiando, ed era felice così".

 

Supper's Ready

"La discussione si era fatta seria, si parlava di Supper's Ready (l'ho registrata). Discutevamo della band. Avevamo tutti 23, forse 24 anni. Il mio amico disse a Peter " è stato fantastico che tu fossi in grado di fare una cosa del genere! " E Peter ha detto di no, avevano solo registrato un disco. In realtà, erano in debito con la sorte.

"Siamo rimasti incuriositi anche da Supper's Ready. Peter ci ha raccontato questa storia che lui e sua moglie stavano pernottando in un castello con affianco un cimitero e fuori c'era un temporale, e così gli venne l'idea di scrivere questo pezzo ... in un certo senso l'ha sdrammatizzato [Supper's Ready] pezzo per pezzo, sezione per sezione. L'ispirazione era più un sentimento o una metafora e immagini. Quindi hai Supper's Ready, che è questo grande dramma, ma il il modo in cui Peter lo spiega, visto come sta quando non è sul palco, non è molto drammatico [ride] "

"Quindi abbiamo scattato molte foto lì [in studio] e lui ha firmato il nostro libro degli ospiti e scarabocchiato una parete del muro. Bravissimo ragazzo, ma quello che mi ha davvero stupito più di ogni altra cosa ... egli è una persona sul palco e un'altra persona fuori dal palco. Non è quello che mi aspettavo. Sul palco il suo potere e il suo dramma, ma fuori dal palco è piuttosto tranquillo e rilassato ... potresti anche dire timido su certe cose. Sai ... molto tranquillo, molto accomodante. Un bravo ragazzo ... ma niente a che vedere su come lo vedi sul palco. Ho incontrato molte persone che fanno parte delle migliori band progressive inglesi, e stavo cercando di pensare se ci fosse qualcun'altro così, simile a lui. No, non c'è. "

Novembre 1974 - The Lamb Tour

"Ho letto gli appunti nel cofanetto [Genesis boxset], cercando idee per la mia antologia, c'era un pezzo scritto da Tony che inizia con "One night in Cleveland ", e ho pensato " Mi prendi in giro? " Ricordo quel giorno, a Peter fu detto dal suo medico che non gli era permesso di dire una parola a nessuno, non gli era permesso parlare. Perché doveva salvare la sua voce. Phil arriva nel nostro studio di registrazione. Ha suonato un poco sulla batteria della mia band ... poi abbiamo suonato per lui un pezzo che avevamo scritto, Phil era strano. Ha detto "è molto diverso, ma mi piace" Stavamo pensando se c'era qualcosa che poteva fare per noi, perché volevamo iniziare a promuovere la nostra band. Ma poi scopriamo che chiunque fosse il loro manager [ndt: Tony Smith], non aveva tenuto le ricevute dei pagamenti, quindi dovevano circa mezzo milione di dollari di rimborso in tasse non pagate. Ma la cosa a Phil non lo preoccupava, non è mai sembrato così preoccupato per i soldi, non si è mai lasciato preoccupare da queste cose".

"Dopo lo spettacolo siamo tornati per incontrarli in hotel. Così, ho scattato questa foto di Peter che esce dall'ascensore ... e non sapevo [in quel momento] che avrebbe lasciato la band. Quindi andiamo al piano di sotto, Phil dice che ci incontreremo al ristorante dello Swingos , quindi li stiamo aspettando nella hall, e vediamo una sagoma, una figura che cammina con un grande cappello e sciarpa, cappotto lungo ... Non si toglie nemmeno un pò di trucco. Abbiamo cercato di attirare la sua attenzione, ma se n'è andato nella notte. Poi Phil scende portando una bottiglia di tequila [ride] . In quei tempi il ristorante dello Swingos era molto apprezzato, quindi ho detto "Non puoi portarlo qui", ma Phil ha detto "Qual è la differenza ?! Non lo sapranno mai. Lo metto sotto il tavolo. "Non ho mai visto Phil bere così tanto, ma quella notte ....." [ndt: Phil aveva saputo che Peter avrebbe lasciato i Genesis]

 

 

Il tour "The Lamb Lies Down On Broadway" è stato uno spettacolo teatrale incredibile, molti fan si sono chiesti perché non ci fosse mai stato un film del concerto. Ken ha detto: "Non potevo crederci, ho chiesto loro, ho detto " Per favore, dimmi che l'hai filmato." Ma loro hanno detto " NO." Ho chiesto loro perché, hanno detto che costava circa 10 mila dollari a notte solo per mettere in scena lo spettacolo, e a quei tempi erano un sacco di soldi". Non si sa quanto sarebbe costato filmarlo realmente, professionalmente. Dato che erano già molto indebitati, era probabile che non avrebbero avuto i fondi necessari.

 

Aprile 1976 - A Trick of the Tail Tour

Ken: "Sono tornati con "A Trick of the Tail" con Bill Bruford alla batteria. Lo avevamo incontrato anni prima quando era con i King Crimson. Avevo fatto un'intervista con lui nel '73 quando suonavano nel Kent. Nel tour Trick of the Tail ho intervistato Tony, saremmo stati lì per il soundcheck "

Ken incontrava la band ogni volta che tornavano a Cleveland. "Wind and Wuthering", "And Then There Were Three", e fino agli anni '80 compresi i tour da solista di Phil e i tour di Mike & The Mechanics. Ken ha accolto i Genesis a Cleveland in un momento in cui pochi negli Stati Uniti sapevano chi fossero. E a sua volta, Ken si è sentito accolto dai Genesis anche quando sono diventati dei giganti.

Ken: "Sono diventati una specie di amici e il mio amico [batterista della band] di tanto in tanto chiamava Phil e riceveva sempre biglietti di auguri e cose del genere. Peter mi ha dato l'indirizzo dei suoi genitori ... che ho ancora".

 

Phil and Ken's friend/drummer/photographer

 

"The Genesis Museum" e Thomas Manchon (Ikhnaton) hanno archiviato i materiali di Ken e le sue storie. C'è un'immensa quantità di materiale, parte del quale è andata perduta, parte danneggiata dall'acqua o sbiadita. Ripristineremo e condivideremo ciò che possiamo non appena le cose verranno ritrovate. Ken è stato molto utile ma è anche piuttosto impegnato, quindi aggiorneremo questa pagina non appena verranno scoperti ulteriori materiali o informazioni.

 

(c)2021 The Genesis Museum and Thomas Manchon